Portale Trasparenza Comune di Poggio a Caiano - SUAP - Informazioni generali e costi

Il portale della Trasparenza conforme al D.Lgs. 33/2013 - "Amministrazione Trasparente"

Tipologie di procedimento

SUAP - Informazioni generali e costi

Uffici responsabili

Segretario Comunale

Descrizione

Chi contattare

Conclusione tramite silenzio assenso: no
Conclusione tramite dichiarazione dell'interessato: no

Costi per l'utenza

DIRITTI DI ISTRUTTORIA PER IL COMUNE DI POGGIO A CAIANO

A partire dal 18 maggio 2015 i diritti di istruttoria a favore del Comune di Poggio a Caiano (D.G.M. n°37/2015) sono:

  • Procedimento SUAP (per ogni endo-procedimento) € 30,00
  • Scia manifestazioni temporanee organizzate da attività produttive locali € 15,00
  • Scia manifestazioni temporanee organizzate da attività produttive esterne € 30,00
  • Scia manifestazioni temporanee organizzate da associazioni non a scopo di lucro € 10,00
  • Ricerca documentazione € 30,00
  • Richiesta collaudo € 200,00
  • C.P.I. per impianti di distribuzione carburanti € 200,00
  • Conferenza di Servizi € 100,00
  • Diritto di istruttoria per spettacolo viaggiante € 60,00
  • Diritto per azionamento macchinari e industria insalubre € 50,00

Si possono pagare tramite:

  • Bonifico sul c.c. bancario n. 46002 c/o Intesa SanPaolo spa Ag. Poggio a Caiano Intestato al Comune di Poggio a Caiano. Cod. IBAN: IT21Z0306938184100000046002.
  • Versamento sul c.c. postale n. 30351506 intestato alla Tesoreria Comune di Poggio a Caiano  Cod. IBAN: IT95S0760102800000030351506.-

DIRITTI DI ISTRUTTORIA PER ALTRI ENTI

I diritti di istruttoria eventualmente dovuti alla Regione Toscana si possono pagare tramite:

  • c/c postale n.1031577016 intestato a “Regione Toscana Autorizzazioni Ambientali” – Causale “Contributi autorizzazioni ambientali”;
  • Bonifico sul conto Banco Posta intestato a “Regione Toscana Contributi Autorizzazioni Ambientali Serv. Tes.” n. IBAN: IT86 L076 0102 8000 0103 1577 016 e con causale “Contributi autorizzazioni ambientali di [nome del richiedente]”.

Per i diritti di istruttoria eventualmente dovuti ad ARPAT vedere qui.

I diritti di istruttoria eventualmente dovuti al Comando Provinciale dei VV.F. di Prato si possono pagare tramite:

  • c/c postale n. 18842500 intestato a “Tesoreria Provinciale di Prato dei Vigili del Fuoco” e con causale “Diritti [nome del procedimento] di [nome del richiedente]”.

I diritti di istruttoria eventualmente dovuti INAIL ex ISPESL si possono pagare tramite:

  • c/c postale n. 73629008 intestato a “INAIL ex ISPESL 00133 Roma” e con causale “Diritti [nome del procedimento] di [nome del richiedente]”.

Per i diritti di istruttoria eventualmente dovuti ad AUSL dipartimento prevenzione vedere qui. Si possono pagare tramite:

  • c/c postale n. 26183509 intestato a "AUSL Toscana Centro ex. Az. USL 4 PO Serv. Igiene Pubblica Territori S.T." e con causale il codice prestazione in questo file.
  • Bonifico su IBAN IT 42 C 07601 02800 000026183509 con causale il codice prestazione in questo file.

IMPOSTA DI BOLLO

La Legge 147/2013, all’art. 1 commi 591 e 592, introduce una imposta di bollo forfetaria di € 16,00 solo sulle istanze trasmesse in via telematica agli uffici e agli organi della Pubblica Amministrazione volti ad ottenere l’emanazione di un provvedimento amministrativo o il rilascio di certificati, estratti, copie e simili. L’imposta di bollo di € 16,00 è quindi dovuta solo nelle istanze di autorizzazione, non è dovuta nei casi di comunicazioni o segnalazioni (come per la S.C.I.A.).

Sempre la Legge 147/2013, all’art. 1 commi 593 e 594, prevede che lo stesso importo fisso di € 16,00 si applichi agli atti, provvedimenti e certificati prodotti dalle pubbliche amministrazioni, nonché dagli enti pubblici in relazione alla tenuta di pubblici registri, rilasciati in via telematica anche in estratto o in copia dichiarata conforme all’originale a coloro che ne abbiano fatto richiesta.

Tale importante provvedimento di semplificazione vuole favorire la digitalizzazione dei SUAP: l'impresa troverà senz'altro più conveniente inviare un'istanza telematica per la quale è richiesto il versamento di un bollo forfetario da € 16,00 euro, in luogo di un'istanza cartacea che, oltre ad essere esclusa dal D.P.R. 160/2010, può rivelarsi decisamente molto più onerosa, dovendo applicarsi un bollo da € 16,00 euro ogni 4 facciate.

Non disponendo questo Ente dell’autorizzazione per il pagamento in modo virtuale dell’imposta di bollo, i soggetti interessati all’invio di una pratica provvedono ad inserire nella domanda i numeri identificativi delle marche da bollo utilizzate, annullarle e conservarne gli originali.  La marca può essere anche annullata, scannerizzata ed inserita nella pratica. E’ richiesto inoltre, nel caso di inserimento del numero identificativo della marca da bollo utilizzata, apposito modulo di assolvimento degli obblighi dell’imposta di bollo.

 

Servizio online

Contenuto inserito il 22-04-2015 aggiornato al 19-04-2019
Facebook Twitter Google Plus Linkedin
- Inizio della pagina -
Recapiti e contatti
Via Cancellieri, 4 - 59016 Poggio a Caiano (PO)
PEC comune.poggioacaiano@postacert.toscana.it
Centralino 055 87011
P. IVA 00238520977
Linee guida di design per i servizi web della PA
Seguici su:
Il progetto Portale della trasparenza sviluppato da ISWEB S.p.A. www.isweb.it